Salvation

Un’altra volta ancora
la memoria non ci sfiora
vedo il cielo immacolato
un turista imbalsamato
sotto il vento di ponente
ti ho cercato quanta gente
senza corpo senza mente
e il vento che ci alzava
sopra i tetti il paesetto
il comignolo fumava
il negozio ancora aperto
il ricordo che mi assale
tutto il giorno a faticare
questo vita che fa male
ora il vento più non tace
le parole che non dici
che non urli per pudore
che il mondo addormentato
si ferisca col passato
col passato incantatore
dammi il braccio per favore
non resisto non so stare
questo vento ci ha portato
dove il mondo si è fermato
e la storia che vedrai
mai più cambierà
perché tu che lo sai
in ginocchio pregherai
ma i volti ma i volti
come vecchi dischi rotti
non mi danno assuefazione
dammi il braccio per favore

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *