Mio prode marinaio


Mio prode marinaio che concupisci le acque ringhiose. Ti amo di gusto e prego al ritorno. Ti amo di cuore sebbene non sogni. Ti amo e son fiera del bene che volli. Lo ammetto: ti amo. Lo scrivo: ti amo. Lo dico e lo penso perchè non si perda l’ardore che sento al vento che frulla la nave di ghiaccio che scia sulla cresta. Ti amo, lo sento. Ti amo, lo sanno. Ti penso al momento di correre indarno. Ti sfioro le gote che tu non radesti. Sarà come un lampo. Non lo potrai rallentare. Ricorda: ti amo. Rammenta: ti amo. Adesso non resta che stare a guardare il lume che impetra di un suono lontano.


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *